Storia

1972 | Fondazione

Chiudi

L’ ASSOCIAZIONE  CALCIO BRUSAPORTO fu fondata il 17 novembre 1972 ad opera del presidente Angelo Giulio Preda.

Fa il suo esordio in campionato sul campo dell’oratorio con la squadra under-21 nella stagione 1973-1974, piazzandosi al secondo posto in classifica.

L’ anno successivo viene promossa in terza categoria, negli anni a seguire alterna la partecipazione fra terza, seconda e prima categoria arrivando in promozione e aggiudicandosi anche la coppa disciplina.

Gli anni '90 | Il nuovo centro sportivo

Scopri

Nel 1990 viene inaugurato il nuovo centro sportivo dove ha sede tutt’ora la società.

Gioie, vittorie, sconfitte, play off – play out, sempre sostenuta dai suoi calorosissimi tifosi.

Negli anni e con l’avanzamento delle nuove tecnologie, il centro sportivo si è sempre adeguato agli standard più alti. Fino ad oggi conta un fantastico campo a 11 in erba naturale con tribuna coperta, pista di atletica, campi da tennis interni ed esterni ed il nuovissimo campo in erba sintetica totalmente ristrutturato a settembre 2021.

Dalla fondazione agli anni novanta la squadra alterna partecipazioni dalla terza alla prima categoria, mantenendo un occhio vigile sempre sul settore giovanile, che negli anni cresce e si espande raggruppando ragazzi provenienti da varie parti della bergamasca

2012-2013 | La stagione della consacrazione

Scopri

Nella stagione 2012-13 il Brusaporto centra l’obiettivo della promozione al campionato di eccellenza per la prima volta nella sua storia.

Si può definire l’annata della consacrazione per il Brusa: dopo 17 anni viene battuto il record lombardo di punti in un campionato di Promozione, detenuto in precedenza dalla Cantalupa Monza.

Vince il campionato con quattro giornate di anticipo dopo una lunga corsa sempre in cima alla vetta, festeggiando al meglio anche il 40° anno di fondazione con l’approdo in Eccellenza.

Oltre alla promozione è stato un anno d’oro anche per il compianto mister Salvatore Di Costanzo, che riceve la prestigiosissima Panchina d’Argento del Memorial Mazza di Treviglio, il premio dedicato ai migliori tecnici del calcio orobico (quell’anno la vinse anche Stefano Colantuono e in passato vide premiato anche il campione del mondo Marcello Lippi).

2019 | L'approdo in Serie D

Scopri

7 APRILE 2019

Con il 2-2 interno contro il CazzagoBornato, l’Associazione Calcio Brusaporto conquista l’accesso diretto alla quarta serie nazionale (serie D).

La formazione guidata da Giacomo Mignani vince il Girone C di Eccellenza con due giornate di anticipo e con gli spalti pieni di gioia e tutto il paese ha festeggiato per questo grande, enorme risultato sportivo.

OGGI | I giovani, il nostro futuro

Scopri

L’ A.S.D. Calcio Brusaporto oltre alla prima squadra, porta avanti un progetto per valorizzare al meglio il settore giovanile che sta raggiungendo dimensioni sempre più importanti; vanta la partecipazione ai campionati regionali di tutta la fascia agonistica e nel 2021 raggiunge l’importantissimo traguardo di ”Scuola Calcio élite”.

Un altro aspetto molto importante è il dialogo stretto e costante con le società professionistiche, che negli anni hanno riconosciuto il lavoro svolto dal Brusaporto prelevando ragazzi dal settore giovanile; possiamo trovare i nostri atleti presenti stabilmente in formazioni come Inter, Atalanta, Cremonese, Albinoleffe e ChievoVerona.

Attualmente il settore giovanile è suddiviso in tre fasce:

  • l’attività psicomotoria che avvicina il bambino allo mondo dello sport con tutti gli aspetti coordinativi
  • l’attività di base composta 7 gruppi di lavoro, che comprende la fascia più bassa della scuola calcio fino ad arrivare ai primi campionati di pulcini ed esordienti
  • l’attività agonistica che vanta quattro squadre tutte a livello regionale élite e  il gruppo della juniores nazionale.

I gruppi di lavoro danno la possibilità a circa 300 tra ragazzi e bambini di divertirsi e crescere giocando a calcio sotto la guida di 20 istruttori, preparatori atletici,  preparatore coordinativo, 3 preparatori dei portieri, dirigenti, accompagnatori e volontari.

E’ importante rilevare che, oltre all’aspetto tecnico, siamo molto attenti a curare anche l’aspetto educativo e comportamentale di ogni nostro atleta.